Test intolleranze alimentari

Un numero sempre crescente di persone soffre di intolleranze alimentari, causate in primo luogo dai cambiamenti avvenuti negli ultimi dieci anni nelle abitudini alimentari. Lo stress, le dipendenze (alcool, fumo, caffè droghe, ecc.) gli inquinamenti ambientali hanno accentuato il problema.

I sintomi sono svariati e vanno da cefalee persistenti, obesità, depressione, eruzioni cutanee, alitosi fino a palpitazioni cardiache, alternanza di peso. Le intolleranze inoltre rendono impossibile perdere peso anche seguendo le diete più drastiche. Il meccanismo che genera le intolleranze è da ricercare nell’alterata reazione del sistema immunitario, che in presenza di alcuni alimenti li riconosce come dannosi ed estranei e di conseguenza reagisce.

Combattere il problema significa individuare gli alimenti a noi dannosi ed eliminarli dalla nostra alimentazione per un periodo che dipende dal grado di reazione riscontrato. L’apparacchiatura utilizza impulsi elettrici a basso voltaggio, effettuando la lettura delle resistenze elettriche cutanee come parametro di valutazione delle funzioni d’organo in rapporto alle sostanze. Il procedimento è totalmente automatico, indolore, senza usare tecniche invasive.

Tecnicamente si applica un elettrodo (puntale) su un punto preciso del dito indice della mano destra o sinistra se trattasi di mancino. Tale punto è riferito al meridiano relativo all’intestino crasso, segmento intestinale, organo bersaglio particolarmente sensibile alle sostanze ingerite. Sono testati più di 130 alimenti ed i risultati sono subito disponibili.

Il test può essere effettuato in qualsiasi ora e giorno di apertura della farmacia. Il costo è di 25€. Si consiglia di bere molto durante il giorno precedente il test.